Chi siamo


LA NOSTRA STORIA, IL NOSTRO ESSERE SCUOLA OGGI

L'Istituto Canossiano di Conselve vede la sua apertura il 21 Dicembre del 1901.

La necessità dell'epoca era quella di accogliere fanciulle bisognose e dare inizio alla scuola elementare, all'Oratorio e a tutte le opere dell'Istituto.
Oggi, l'opera educativa della Madri Canossiane a Conselve continua, mettendo a disposizione la Scuola dell'Infanzia S.G.B. De La Salle e la Scuola Primaria Maddalena di Canossa.
L'intera comunità è formata dalla madre Superiora, dalle  religiose, da personale docente laico e da personale ausiliario (segreteria, servizio di cucina e pulizia).
Maddalena, guardando alla situazione di degrado del suo tempo, immaginava che creare una struttura flessibile ma ordinata dove raccogliere delle ragazze senza famiglia e che vivevano per strada, per dare loro alcuni rudimenti, fosse la cosa giusta da fare per contribuire all'elaborazione di un'altra sintesi socioculturale. Noi viviamo in un tempo in cui la situazione socioculturale è cambiata, in cui le esigenze sono diverse; ma nonostante ciò, resta fondamentale per il nostro Istituto continuare ad avere lo stesso sguardo e le stesse finalità di Maddalena. Educazione per noi è il nostro modo di guardare la realtà e di intervenire sui problemi, a prescindere dal panorama storico, sociologico, culturale ed economico in essere. Noi riteniamo che attraverso l'insegnamento debba avvenire una rielaborazione dell'esperienza che consenta alla persona di sapersi motivatamente orientare nella vita, di diventare un SOGGETTO personale, avendo cura della propria identità, costruendola e mantendendola sempre in relazione con tutto e tutti.  
Nella premessa alle Regole delle Scuole, la Fondatrice parla della necessità di ACCOGLIERE, cioè di offrire un posto a chi non ha posto. Un'educazione ispirata al CARISMA CANOSSIANO ha in sè questa tensione verso una società senza esclusioni. La scuola stessa si pone come luogo di questa inclusione senza omologazione, dove l'impegno quotidiano del corpo docente e delle madri è quello di permettere ai bambini di poter essere ciò che sono, di favorire la libertà di esserlo, nel rispetto della persona e dell'identità di ognuno, poichè sono queste ultime che ci rendono tutti unici, irripetibili e inimitabili.
La convinzione della crucialità dell'educazione ci guida:" ...dipendendo ordinariamente dall'educazione la condotta di tutta la vita" (MdC, Regole delle Scuole, introd. cit. Maddalena di Canossa).

Conselve Contributi Pubblici anno 2019.pdf